⟵ home

Un Color Bruno, recensione del libro di Giovanni Badino

Il color Bruno è quello del foglio che si annerisce, mentre viene bruciato.

È anche il libro di Giovanni Badino di cui parlo in questa pagina.

Un libro sulla speleologia odierna. Sicuramente interessante per chi ha la necessità di esplorare, di conoscere. Non le grotte, ma il mondo, o forse, meglio, la vita.

Non riesco a comprendere perché, ma io non mi sento appartenere a questo modo di vivere, fra muri e palazzi. Io mi sento più a mio agio nelle asperità della natura. E se è necessario vivere una vita urbanizzata per i vantaggi che questa da (parlo di possibilità di realizzazione personale), devo cercare un contatto profondo con la natura. Una grotta è un prolungamento nel sottoterra di quella natura a noi accessibile (sulla nostra scala di grandezza). E’ interessante perché c’è e non è subito comprensibile, ma chi ama esplorare questi posti non credo che lo faccia per le grotte in se, quanto per l’amore verso il vivere con la natura, di cui la grotta è una minima parte. Un’espressione, a cui magari qualcuno è particolarmente sensibile.

This page was published on December 21, 2007